parallax background

Laganelle con le fave di Gigia

Seppie ripiene di Gigia
Aprile 6, 2020
Allenamento ad alta intensità con Marta
Allenamento ad alta intensità con Marta
Aprile 8, 2020

Laganelle con le fave di Gigia

di Marialuigia Lembo

"S e c’è un piatto che più di ogni altro “racconta” la Puglia è quello che vede insieme fave bianche e cicorie.

Questo è un piatto “senza tempo” che si può proporre sempre con la garanzia di successo: si tratta di una ricetta “povera” negli ingredienti ma ricca nel gusto. Nella tradizione della mia famiglia la purea di fave è anche utilizzata per accompagnare delle meravigliose tagliatelle dallo spessore leggermente maggiore rispetto al normale.
E' anche un'ottima ricetta da utilizzare per coloro che non amano particolarmente i legumi! Il piatto che voglio farvi conoscere nella mia città è chiamato: laganelle con le fave

Ingredienti:

Per le tagliatelle:
-1 uovo a persona
- farina quanto basta perchè l'impasto sia liscio e non appiccicoso
Per chi non ha tempo o voglia di cimentarsi con la sfoglia vanno benissimo anche delle tagliatelle acquistate

Per la purea di fave:
-fave bianche secche ( che si trovano imbustate nei supermercati o sfuse al mercato) circa 80 gr per persona

Preparazione

Per prima cosa la sera prima le fave bianche secche vanno messe in ammollo in abbondante acqua.
Il giorno dopo bisogna sciacquare abbondantemente le fave ammorbidite dalla sera prima e cuocerle a fuoco lento in una pentola non grande con acqua fredda e sale grosso. L'acqua non deve superare il livello delle fave.
Durante la cottura si potrebbe creare un pochino di schiuma che andrà tolta con un cucchiaio.
Mantenere il livello dell'acqua sempre al minimo e se necessario aggiungerne un pochino alla volta.
Noterete che dopo circa 15-20 minuti le fave cominceranno a disfarsi. Continuare la cottura fino a che le nostre fave non avranno le consistenza di una purea. Spegnere il fuoco e condire con un pochino di olio EVO.

Mentre le fave cuociono possiamo preparare le "Laganelle" che altro non sono che delle tagliatelle fatte in casa con la classica ricetta, ma in questo caso la sfoglia va tirata leggermente più spessa.
A questo punto le tagliatelle sono pronte e il condimento anche. Non ci resta che impiattare e condire con un filo di olio a crudo.

Se Dio avesse voluto che seguissimo passo dopo passo le ricette, non ci avrebbe dato le nonne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *